Collirio per la Maculopatia

Una goccia al giorno potrebbe presto tenere lontana la cecità causata dalla Maculopatia . I ricercatori dicono di aver trovato un possibile trattamento per la degenerazione maculare legata all'età ( Maculopatia ) - la principale causa di cecità tra gli anziani - che potrebbe essere somministrato tramite collirio.



Al momento non vi è alcuna cura per la Maculopatia , né vi è un trattamento per la sua forma più comune , la cosiddetta degenerazione maculare secca , che colpisce il 90 per cento di chi soffre di Maculopatia . La nuova ricerca , condotta su animali , potrebbe portare a un trattamento per le persone con Maculopatia in futuro .

I risultati sono stati pubblicati Mercoledì (9 ottobre) sulla rivista PLoS One .

Ci sono due forme di Maculopatia : una forma "a secco ", caratterizzata da un lento e progressivo offuscamento della visione centrale , e una forma in stadio avanzato "umida ", caratterizzata da un'ulteriore perdita della vista e lo sviluppo di vasi sanguigni nella parte posteriore del l'occhio che possono fuoriuscire e danneggiare i tessuti circostanti .

In tutto il mondo , fino a un terzo di tutte le persone sopra i 65 anni hanno almeno una forma di Maculopatia , secondo uno studio pubblicato nel 2012 sulla rivista Lancet . Quasi tutti i casi di degenerazione maculare senile umida sviluppano dalla forma di Maculopatia Secca .

Alcuni integratori alimentari antiossidanti, come la luteina , inizialmente hanno dimostrato una certa efficacia nel trattamento della Mcaulopatia , ma diversi studi di grandi dimensioni non hanno trovato conferma in questi primi dati . Così per adesso le persone con Maculopatia secca possono solo aspettare e sperare che la malattia non progredisa in perdita della vista.

La Maculopatia umida è trattata con iniezioni mensili o bimestrale ripetute , nell'occhio , di un farmaco progettato per inibire la formazione di nuovi vasi sanguigni noto con il nome commerciale Avastin .

Nelle nuove scoperte , i ricercatori della Tufts University in Massachusetts guidati dal professore associato di oftalmologia Rajendra Kumar - Singh hanno dimostrato che nei topi una sostanza chimica chiamata PPADS ( abbreviazione di piridossalfosfato - 6 - azofenile - 2 ' , 4' - acido disulfonico ) riparerebbe i danni causati dalla Maculopatia .

0 commenti:

Posta un commento